Home is the place to be, una collettiva per i 100 anni del Presidio di Ascoli Piceno dell’E.R.A.P. Marche 

Home is the place to be: dieci opere d'arte grafica digitale sul tema della casa, intesa come focolare domestico, come rifugio e protezione.
-
Home is the place to be, una collettiva per i 100 anni del Presidio di Ascoli Piceno dell’E.R.A.P. Marche 

L’Associazione culturale Defloyd in collaborazione con ERAP – Ente Regionale per l’abitazione Pubblica delle Marche – Presidio di Ascoli Piceno, Regione Marche e Comune di Ascoli Piceno, è lieta di presentare l’esposizione Home is the place to be. L’esposizione è il risultato della Open call for artists lanciata a primavera al fine di indagare le potenzialità della creatività contemporanea, in occasione dei 100 anni dalla fondazione del Presidio ERAP di Ascoli Piceno. La collettiva sarà visitabile sino al 12 gennaio 2023 ad Ascoli Piceno, negli spazi all’aperto del loggiato del Chiostro maggiore di San Francesco.

Home is the place to be, le opere in mostra

10 opere d’arte grafica digitale – illustrazione, post-fotografia e graphic design – sono state selezionate tra quelle pervenute. Il tema di riflessione per la realizzazione delle opere è stato la casa, intesa come focolare domestico, come rifugio e protezione, come dimensione intima e allo stesso tempo centro di una comunità che è quella della famiglia in qualunque modo essa voglia essere intesa.

Durante la recente emergenza pandemica, l’importanza di una condizione abitativa ottimale, che potesse soddisfare i diversi bisogni dell’individuo, si è rivelata una necessità imprescindibile. La dimensione domestica ha ampliato i propri confini fino a includere altre sfere relative all’ambito professionale e sociale, facendosi luogo principale attorno al quale ruotano le diverse attività dell’individuo. Tale situazione ha confermato l’importanza fondamentale del diritto a una soluzione abitativa efficiente e funzionale, principio ispiratore del Piano INA Casa, e della dimensione domestica come luogo del raccoglimento e degli affetti.

Ed è proprio agli interventi d’artista realizzati da Piano INA Casa (1949-1963), piano nazionale di edilizia residenziale pubblica concepito per far fronte alla povertà socio-abitativa e per dare spazio a una nuova sensibilità sociale e psicologica di analisi degli spazi edificati e da edificare in risposta ai bisogni di qualità urbana e sociale degli anni della ricostruzione, che si è ispirata l’iniziativa proposta.

Le opere vincitrici

Le 10 opere vincitrici, premiate con una somma di euro 450,00 corrisposta a ciascuno degli artisti selezionati, saranno fruibili nella collettiva Home is the place to be, allestita sino al 12 gennaio 2023 ad Ascoli Piceno, negli spazi all’aperto del loggiato del Chiostro maggiore di San Francesco.

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!

 
Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!