loading

Vite da copertina, Pamela Petrarolo ricorda Non è la Rai e Gianni Boncompagni

Che fine hanno fatto i protagonisti di programmi cult come Non è la Rai, Bim Bum Bam o di serie tv come ER e Dawson’s Creek, che hanno segnato la storia della televisione?

Potrete scoprirlo grazie a Vite da copertina – Che fine hanno fatto?, in onda dal 26 giugno in prima assoluta dal lunedì al venerdì alle ore 17.50 su TV8 (tasto 8 del telecomando).

Spin-off di Vite da Copertina – Tutta la verità su…, il nuovo programma di TV8 presenta in ciascuna puntata una monografia dedicata a trasmissioni o personaggi televisivi italiani e americani, che dopo un periodo di grandissimo successo sono scomparsi dal mondo dello spettacolo.

Pamela Petrarolo ed Eleonora Cecere @kikapress

Due delle protagoniste di queste monografie saranno Pamela Petrarolo e Eleonora Cecere, protagoniste di Non è la Rai, vero e proprio fenomeno televisivo ideato e diretto da Gianni Boncompagni e andato in onda dal 9 settembre 1991 al 30 giugno 1995 per quattro edizioni.

Abbiamo intervistato Pamela Petrarolo, incontrata sul set delle registrazioni, per farci dire cosa porta con sé di quella bellissima esperienza.

“Pensavo che non morisse mai – ci dice Pamela ricordando Gianni Boncompagni – Non era una persona destinata alla morte secondo me, prima o poi resusciterà improvvisamente. Il ricordo più bello che ho di lui è quando mi ha detto che mi avrebbe fatto fare un cd da solista. Io mi misi a piangere perché pensavo che mi stesse prendendo in giro. Invece è stato lui che ha visto in me una cantante e proprio in quell’occasione ho scoperto che mi piaceva cantare”.