Asia D’Amato Ambassador di ‘Più Vita Sana con le Pause Attive’: «Voglio far conoscere il mio sport»

L'azzurra Asia D'Amato è stata scelta come Ambassador del progetto 'Più Vita Sana con le Pause Attive': la nostra intervista.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Per la prima volta, la campionessa europea e vice-campionessa di ginnastica artistica Asia D’Amato esce dai suoi soliti panni sportivi per una buona causa. È lei l’ambassador di Più Vita Sana con le PAUSE ATTIVE, progetto realizzato dall’Università degli Studi di Verona – Dipartimento di Neuroscienze, Biomedicina e Movimento e da DNA Sport Consulting con il patrocinio del Comune di Milano e del Comune di Verona. Un progetto che si concentra sui molteplici benefici delle active breaks nella routine quotidiana dei bambini: le pause attive servono, infatti, a intervallare qualsiasi attività sedentaria dei più piccoli (comprese le ore passate a scuola) e sono una metodica, già studiata e applicata a livello internazionale, che consente di migliorare le capacità di attenzione, di apprendimento e il benessere psicofisico dei bambini in età scolare.

LEGGI ANCHE: ‘Transformers: Earthspark’: i nuovi Terran raccontati da Ant Ward e Dale Malinowski

Per raggiungere più bambini, Nickelodeon (canale 605 di Sky) ha deciso di chiamare tutta la sua squadra di personaggi. Con Asia D’Amato ha realizzato sei video tutorial, forniti a ciascuna classe aderente al progetto, che mostrano come fare ottime pause attive: blande, intermedie e intense, con poco spazio e tempo a disposizione. I video andranno anche in onda sia sul canale Nickelodeon (Sky 605, Nick Jr, Sky 603) e sui canali social del brand.

Asia D’Amato: la nostra intervista

Ciao Asia, com’è stato per te essere Ambassador di Più Vita Sana con le PAUSE ATTIVE?
Mi son divertita tantissimo, per me è stata una cosa nuova. Mi piaceva il fatto di farlo per i bambini, di dar loro un esempio e far conoscere il mio sport, che al giorno d’oggi non è conosciuto come tutti gli altri. Io sono nata facendo sport e so che è importantissimo. Voglio comunicare ai bambini che, anche in classe, si può fare qualsiasi cosa.

I video tutorial sono molto simpatici.
Per me è stata la prima volta, non avevo mai fatto qualcosa di simile. Solitamente non faccio queste cose. E mi son trovata veramente bene. Dal primo all’ultimo minuto mi son proprio divertita.

Quanto sono importanti le pause attive?
Sono importantissime ed è fondamentale insegnarle ai bambini fin da quando son piccoli. Ci sono anche bambini che di sport non sanno nulla. Ma il movimento fisico è fondamentale, così come insegnare loro a coordinarsi.

E poi non è proprio come praticare uno sport.
Non bisogna praticare per forza uno sport, basta un po’ di movimento.

Conoscevi la realtà di Nickelodeon?
Certo! Quando ero piccola guardavo tanto SpongeBob e le Tartarughe Ninja. Mi è sempre piaciuta questa realtà e, quando è arrivata la proposta, ho subito accettato.

E ora cosa guardi?
Son sempre chiusa in palestra (ride, ndr).

Quante ore ti alleni al giorno?
Sette ore e mezza!

E le tue pause attive in cosa consistono?
Oltre all’allenamento, mi tengo attiva sempre. Non sono il tipo che, appena finisce l’allenamento, si riposa. Anche fuori dall’allenamento faccio qualcosa. Per esempio, anche le verticali per noi sono una pausa attiva. Quando ero più piccola le facevo di più. Ora meno, ma sono sempre in movimento.

Hai detto che è importante far conoscere il tuo sport. Perché senti questa esigenza?
In Italia esiste sempre e solo il calcio. È difficile vedere in tv altre gare e credo sia importante far sapere agli altri che c’è anche la ginnastica e gli altri sport.

Stanno arrivando bei risultati tra l’altro.
Anche per questo lo dico! È ora di far conoscere altri sport. La maggior parte dei risultati provengono da sport che non si vedono in tv.

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!

 
Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!