‘La Danza Nera’ il political thriller di Mauro John Capece.

'La Danza Nera', il nuovo film di Mauro John Capece chiude la 'trilogia della riflessione'. Un noir che regala tanti spunti di riflessione.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Sebbene le sale cinematografiche non siano ancora state riaperte al pubblico, le produzioni cinematografiche non si fermano e grazie alle piattaforme streaming arrivano nuovi film. Come ‘La Danza Nera’ di Mauro John Capece, disponibile su ‘Chili’ e su ‘The Film Club’ grazie a Minerva Pictures.

‘La Danza Nera’ il political thriller di Mauro John Capece.

Leggi anche:>> 50 anni di DAMS celebrati con il docufilm “Andate a lavorare”

Premiato dal pubblico che lo sta sostenendo nel suo percorso streaming, il nuovo film di Mauro John Capece è un political thriller che riporta sul grande schermo un genere amato negli anni ’70 e reso celebre dalle opere di Germi, Petri, Pasolini. Ed è proprio a questi grandi nomi che ‘La Danza Nera’ è dedicata.

Un cast di talentuosi attori, Corinna Coroneo, Franco Nero, Flavio Sciolè, Daphne Scoccia, Adrien Liss, Michela Bruni, Giorgia Trasselli, Ladislao Liverani, Gabriele Silvestrini e una narrazione fremente, rendono l’opera un film da “gustare” per allietare le feste in modo intelligente e godersi la bellezza del buon cinema italiano.

Un film che si distingue nel panorama cinematografico per la sua storia a tinte noir, per il coraggio di andare fuori dagli schemi canonici. “Un atto di ribellione di una generazione – come ha dichiarato il regista – che non ha mai avuto una chance nella vita”.

Revenews.it ha intervistato Mauro John Capece e con lui hanno parlato della genesi del film ma anche delle difficoltà e degli ostacoli che si devono affrontare quando si vuole uscire dai canoni creativi e produttivi. Vi lasciamo all’intervista ricordandovi che ‘La Danza Nera’ chiude la ‘la trilogia della riflessione’ che Capece aveva iniziato con La SculturaSFashion ed è disponibile sulle principali piattaforme on demand.

Crediti foto@L’Altrove Ufficio Stampa