La Cina dice no a Deadpool: troppo violento

Foto
Niente Deadpool per i fan cinesi: il governo di Pechino ha deciso di bloccare l'uscita del film sul supereroe ribelle per le sue scene violente […]
-
loading

Niente Deadpool per i fan cinesi: il governo di Pechino ha deciso di bloccare l'uscita del film sul supereroe ribelle per le sue scene violente e scandalose giudicate non adatte al pubblico locale.

HUGH JACKMAN ANCORA NEI PANNI DI WOLVERINE?

La pellicola con protagonista Ryan Reynolds quindi dovrà rinunciare a una grossa fetta di mercato, ma probabilmente questo blocco gli farà una pubblicità gratuita ancora maggiore.

 

A quanto pare lo studio di produzione della Fox, che ha creato il film di Deadpool insieme alla Marvel che ne detiene i diritti come sempre quando si tratta dei supereroi tratti dai suo fumetti, non ha trovato l'accordo con il governo cinese per dare il via libera a una versione meno volgare e violenta del film. La trama infatti rispecchia quella del particolare protagonista, un personaggio non molto attento al politicamente corretto.

Deadpool uscirà nella sale americane il prossimo 12 febbraio dove l'attesa dei fan è già alta. "Lui non segue le regole, specialmente le più importanti di questo mondo mutante. È come prendere un personaggio degli X-Men, imbottirlo di LSD e metterlo in scena" aveva detto del suo personaggio Reynolds parlando per la promozione del film. Evidentemente la descrizione non è piaciuta molto ai censori cinesi che per tutta risposta hanno deciso di bloccare il suo film. Nel resto del mondo la pellicola sarà vietata ai più giovani dato che i produttori non hanno fatto nulla per nascondere il linguaggio aggressivo e alla mano del nuovo protagonista.

Guarda la photogallery
La Cina dice no a Deadpool: troppo violento
La Cina dice no a Deadpool: troppo violento
La Cina dice no a Deadpool: troppo violento
La Cina dice no a Deadpool: troppo violento
+1