Il cinema indiano protagonista a Firenze con il RiverToRiverFIFFestival

21 candeline per il RiverToRiverFIFFestival, l'unico evento in Italia che racconta il volto dell'India contemporanea
-
Il cinema indiano protagonista a Firenze con il RiverToRiverFIFFestival

Tutto pronto per la 21° edizione del River to River Florence Indian Film Festival, l’unico festival in Italia che racconta il volto dell’India contemporanea, ideato e diretto da Selvaggia Velo, che prenderà il via il prossimo 3 dicembre a Firenze, per concludersi l’8 Dicembre.

Storie di riscatto, di coraggio che porta al cambiamento, di empowerment femminile a partire dall’immagine scelta per il manifesto: una donna quale simbolo di vita e rinascita. È questo il messaggio che il festival fa proprio.

“Finalmente siamo tornati in sala. La modalità online può essere utile e comoda, ma ritrovarsi al cinema è un’altra cosa, e siamo felici di avere entrambe le opzioni quest’anno. Il volto di donna sul manifesto per noi è simbolo di rinascita, credo che tutti ne abbiamo bisogno. Ringrazio tutti i partner e le istituzioni per continuare a credere in noi e confermarci il prezioso supporto”

La direttrice del festival Selvaggia Velo

Un’edizione ibrida anche quella di quest’anno, che si svolgerà sia in presenza (presso il Cinema La Compagnia in via Cavour a Firenze) che online nella sala virtuale più Compagnia sulla piattaforma MYmovies.it.
34 le proiezioni previste, tra lungometraggi documentari e corti, serie web e film d’artista in anteprima. Ma anche talk, mostre lezioni di cucina eventi speciali e ospiti in collegamento live dall’India per un’esperienza a 360°.

Tra questi ci sarà la star e icona di Bollywood Amitabh Bachchan, protagonista di una conversazione live dall’India con il pubblico e il talk con Kabir Bedi, celebre attore e interprete del Sandokan di Sollima, che parlerà della sua vita tra luci e ombre. Entrambi gli incontri si terranno in diretta dall’India, a causa delle restrizioni di viaggio del nostro Paese, per il contenimento del Covid – 19.

Kabir Bedi @RiverToRiverFIFFestival

Ci sarà poi l’omaggio al maestro della cinematografia indiana Satyajit Ray nel centenario della nascita; la collaborazione con la Biennale di Kochi–Muzuris, prima Biennale d’Arte del Subcontinente. Una matinée per i vent’anni del film cult di Bollywood “Kabhi Khushi Kabhie Gham…”; un viaggio monumentale di 4000 km e 240 giorni a piedi per raccontare le donne di tutta l’India nel documentario “Womb” e il nuovo lavoro del cineasta Rajat Kapoor, “RK/RKay”, sulle orme di Woody Allen.

“Ritengo questo festival un grande privilegio per il nostro territorio ed è di primaria importanza che i cittadini sappiano di avere la possibilità, a pochi metri da casa, di conoscere una cinematografia altissima selezionata con attenzione da Selvaggia Velo. Sono sempre stata orgogliosa del lavoro che viene fatto sul territorio dal Comune e dalla Regione per sostenere questo festival prezioso, attraverso Fondazione Sistema Toscana e La Compagnia. Il Rivert to River ha il valore di portare in Italia un grandissimo cinema, che di rado sbarca nelle nostre sale”.

Cristina Giachi, presidente della Commissione Beni e Attività Culturali della Regione Toscana

APERTURA E CHIUSURA

Sarà Rajat Kapoor, il regista simbolo del cinema indipendente indiano, a inaugurare la kermesse venerdì 3 dicembre per presentare in collegamento live il suo “RK/RKay”, una commedia metacinematografica che ricorda il Woody Allen de “La rosa purpurea del Cairo”. RK, alter ego dell’autore, è intento a realizzare un nuovo film in cui interpreta anche il personaggio principale: Mahboob. Un pomeriggio, RK riceve una chiamata dalla sala di montaggio: Mahboob è fuggito dalla pellicola per entrare nel mondo reale; solo ritrovandolo sarà possibile terminare le riprese (ore 20.30).

La chiusura, mercoledì 8 dicembre, sarà invece affidata alla prima europea di “Medium Spicy”, del pluripremiato autore teatrale e cinematografico Mohit Takalkar, in collegamento prima del film. Amore e cibo si fondono in questa commedia frizzante in salsa Bollywood, in cui un giovane chef vive nell’attesa di una risposta da un ristorante parigino mentre colleziona delusioni amorose, finché una donna non piomba nella sua vita per stravolgerla (ore 20.30).

Appuntamento con il grande cinema Indiano dal 3 all’8 Dicembre a Firenze. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.rivertoriver.it

Crediti foto@ufficio stampa River to River Florence Indian Film Festival

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!

 
Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!