La califfa

Un film di Alberto Bevilacqua.
Con Romy Schneider, Ugo Tognazzi, Marina Berti, Massimo Farinelli, Roberto Bisacco.
Titolo originale: La Califfa. Dramma.
Italia 1971. Data di uscita in Italia: 1 Gennaio 1971.

Irene Corsini, detta Califfa, è una bella operaia che vive nell’Oltretorrente, quella zona popolare a sinistra del fiume Parma che, citando il segnalibro originale, «divide simbolicamente i poveri dai ricchi» in una Parma anni sessanta. La Califfa, vedova di un operaio morto nelle proteste operaie, si ritrova a divenire amante dell’industriale più potente della città: Annibale Doberdò, il quale proprio grazie a questo amore, in un momento cruciale della sua esistenza, dove si inizia ad avvertire l’insofferenza per quel meccanicistico e spietato mondo dell’industria, trova una nuova vita e la sua libertà. Annibale Doberdò, che pure non era ignaro delle difficoltà operaie avendo avuto anch’egli un passato da operaio, grazie alla Califfa abbandona la veste dell’imprenditore privo d’anima e tende a porre fine alle rivolte operarie ricorrendo a investimenti sì antiproduttivi ma, citando un dialogo, «umanitari» e facendo riaprire così una fabbrica precedentemente andata in fallimento.

La califfa non è attualmente in programmazione nei cinema.
Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!