The Wolfpack, la storia dei fratelli Angulo alla Festa di Roma: le nostre interviste

Foto
È una storia molto particolare quella dei fratelli Angulo, capace di sottolineare – a suo modo – la grande importanza e le infinite capacità del […]
-
loading

È una storia molto particolare quella dei fratelli Angulo, capace di sottolineare – a suo modo – la grande importanza e le infinite capacità del mondo del cinema, in questa occasione vero e proprio ‘salvatore’ di sei fratelli, vissuti per gran parte della propria esistenza segregati in un appartamento del Lower East Side di Manhattan.

Le vicende peculiarissime di questa insolita famiglia hanno colpito a tal punto la giovane Crystal Moselle, da spingerla al debutto alla regia per la realizzazione dello straordinario The Wolfpack, documentario in uscita nelle sale italiane il 22 ottobre e in onda su Crime+Investigation il 23 ottobre alle 22.00.

Ospiti della Festa di Roma per presentare The Wolfpack nella sezione Alice nelle città, Govinda Angulo e Narayana Angulo hanno raccontato ai nostri microfoni proprio il primo incontro con Crystal, confessandoci poi che sì, il cinema li ha veramente salvati, soprattutto quando si è rivelato capace di stregare gli animi, grazie a pellicole come Nuovo Cinema Paradiso e The Sound of Music.

I due ragazzi però ammettono di non aver ancora visto il film di Crystal e si ripromettono di vederlo solo quando saranno più in là con gli anni, quando ciò che è stato assumerà una dimensione meno estesa e meno protagonista. Guardare al passato, difatti, non è per ora una loro necessità. Al contrario, più decisi che mai dichiarano di “voler guardare avanti”, senza pensare troppo agli anni impressi sulla pellicola da Moselle, che lasciano per ora a noi spettatori

Guarda la photogallery
The Wolfpack, la storia dei fratelli Angulo al Festival di Roma: le nostre interviste
The Wolfpack, la storia dei fratelli Angulo al Festival di Roma: le nostre interviste
The Wolfpack, la storia dei fratelli Angulo al Festival di Roma: le nostre interviste