RomaFF16: «Perdetevi nel richiamo dei film e delle star in arrivo». Chi arriverà

Al via RomaFF16: da Jessica Chastain ad Alfonso Cuaròn, passando per l'omaggio a Gigi Proietti Nino Manfredi ed Ettore Scola
- - Ultimo aggiornamento
RomaFF16: «Perdetevi nel richiamo dei film e delle star in arrivo». Chi arriverà

Jessica Chastain, Quentin Tarantino, Tim Burton, Alfonso Cuaròn, Zerocalcare, Ligabue, Claudio Baglioni, sono solo alcuni dei nomi delle star che saranno presenti al RomaFF16. Una sedicesima edizione che, dal 14 al 24 Ottobre, riparte con grande entusiasmo e grande prudenza e che vede in Uma Thurman/Black Mamba l’immagine di questa Festa.

“Perdere la testa per una donna come te è sempre la cosa giusta da fare” si sente dire Uma Thurman tra i duelli di Kill Bill e anche noi ci auguriamo che sia ancora una volta così, che i nostri spettatori folgorati dal suo sguardo trasparente sui manifesti della Festa si perdano nel richiamo dei film e delle star in arrivo.

Laura Delli Colli
@Courtesy of Paramount Pictures_via ufficio stampa Fondazione Cinema per Roma

23 i film della Selezione Ufficiale, 13 Incontri Ravvicinati, 5 eventi speciali, 35 prime mondiali. Sono questi alcuni numeri di RomaFF16 la cui apertura è affidata a è affidata a Gli occhi di Tammy Faye di Michael Showalter. Un film su un’incredibile vicenda avvenuta negli Stati Uniti, che racconta come la corruzione sia sempre dietro a chi si atteggia da moralista; protagonista Jessica Chastain.

LEGGI ANCHE:– Da C’mon C’mon a The Eyes of Tammy Faye: i film della selezione ufficiale

La struttura della Festa non è cambiata, come non è cambiato lo sguardo sul cinema italiano, che punta alla selezione piuttosto che all’allargamento. Ecco quindi che tornano gli Incontri Ravvicinati, i duelli, gli omaggi ai grandi del cinema e i premi alla carriera. Anche quest’anno non ci sarà la competizione, ma il solo premio del pubblico. Perché come ha ricordato Laura Delli Colli durante la conferenza stampa, si tratta di una festa per la città. E nel futuro di questo evento per ora non c’è l’intenzione di tornare alla modalità competizione, come ha sottolineato il direttore artistico Antonio Monda.

Protagonisti degli Incontri Ravvicinati saranno Quentin Tarantino e Tim Burton che riceveranno il Premio alla Carriera. E ancora: Claudio Baglioni, Marco Bellocchio, Jessica Chastain, Alfonso Cuaròn, Luca Guadagnino, Luciano Ligabue e Fabrizio Moro, Marco e Antonio Manetti, Franck Miller, Zadie Smith, Joe Wright, Zerocalcare

Roma e con essa la Festa del Cinema, non può dimenticare Gigi Proietti, Nino Manfredi ed Ettore Scola. Un omaggio speciale, poi, all’immensa Monica Vitti, 90 anni il 3 novembre prossimo. Tra gli eventi speciali la presentazione di ‘A casa tutti bene – la serie’ regia Gabriele Muccino e la serie ‘Vita da Carlo‘ di Carlo Verdone.

Attesi molti degli interpreti dei film che verranno presentati come Jamie Dornan, Julianne Moore, Amy Adams, Richard Madden, Carlo Verdone, Pierfrancesco Favino, Angelina Jolie solo per citarne alcuni.

La chiusura del RomaFF16 è affidata al film Eternals della regista premio Oscar® Chloé Zhao, presentato in coproduzione con Alice nella Città. Nel cast Gemma Chan, Richard Madden, Kumail Nanjiani, Lia McHugh, Brian Tyree Henry, Angelina Jolie. Le altre coproduzioni molto attese sono: Belfast di Kenneth Branagh (con Jude Hill, Jamie Dornan, Caitriona Balfe, Ciarán Hinds, Judi Dench, Lara McDonnell) e Dear Evan Hansen di Stephen Chbosky (con Ben Platt, Kaitlyn Dever, Amandla Stenberg, Nik Dodani, Colton Ryan, Danny Pino, Julianne Moore, Amy Adams.)

“Abbiamo bisogno della fantasia, delle emozioni e delle finestre sul mondo che ci dona il cinema. Ora più che mai. Tra Roma e il cinema c’è un legame intenso, che dura da oltre un secolo. Specialmente nei momenti più difficili, il cinema ha aiutato questa città ad aprirsi, raccontarsi, interrogarsi sul suo presente e rialzarsi. Sarà così anche in questa fase così complicata della nostra storia: dopo i mesi più difficili dell’emergenza Covid, il comparto dell’audiovisivo sta tornando ad animare la città. Si immaginano e si girano film, arrivano nuove produzioni, riaprono le sale, e le persone – seppure ancora in maniera limitata – tornano davanti agli schermi.”

Nicola Zingaretti – Presidente Regione Lazio

Il consiglio del direttore artistico Antonio Monda: i film da tenere d’occhio

Nelle precedenti edizioni è capitato spesso che film passati dalla Festa del Cinema abbiano trionfato agli Academy Awards. Ecco dunque secondo il direttore artistico Antonio Monda, i titoli ‘sorvegliati speciali’ di quest’anno: Passing, C’mon C’mon Muhammad Ali

“Quest’anno ho l’imbarazzo della scelta, e tra i tanti titoli voglio citare Passing, C’mon C’mon Muhammad Ali, nel quale viene raccontato non solo lo straordinario e inimitabile campione, ma soprattutto l’uomo, capace di atti controversi ma anche eroici. È un documentario meraviglioso, che testimonia come la storia di questo imprescindibile protagonista del novecento si intreccia con quella del razzismo, della lotta per i diritti civili e della guerra del Vietnam, mentre il suo fisico perfetto veniva aggredito gradualmente dal morbo di Parkinson.”

Antonio Monda direttore artistico RomaFF16

Crediti foto@Courtesy of Paramount Pictures_via ufficio stampa Fondazione Cinema per Roma