Fast and Furious, le curiosità sulla saga con Paul Walker

Foto
Per gli appassionati di bolidi e corse d'auto, Fast and Furious è il Sacro Graal delle pellicole e dal 2001 a oggi non ha fatto […]
-

Per gli appassionati di bolidi e corse d'auto, Fast and Furious è il Sacro Graal delle pellicole e dal 2001 a oggi non ha fatto altro che macinare milioni di dollari.

PAUL WALKER, LE ULTIME SCENE D'AZIONE PRIMA DI MORIRE

Il sodalizio lavorativo tra Vin Diesel e Paul Walker si è bruscamente interrotto il 30 novembre 2013 quando l'interprete di Brian O'Conner morì in un tragico incidente d'auto di ritorno insieme ad un amico dalla raccolta fondi da destinare alle popolazioni delle Filippine colpite dal ciclone Yolanda.

Nonostante la sua morte, Vin Diesel ha continuato per la sua strada (un modo anche per rendere omaggio all'amico scomparso) e nel maggio 2015 ha annunciato che l'ottavo capitolo di Fast and Furious uscirà nell'estate 2017 e sarà il primo di tre spin off incentrati sull'agente Hobbs, interpretato da Dwayne “The Rock” Johnson.

Ecco alcune curiosità che probabilmente ancora non conoscete sulla roboante saga della Universal.

Vi ricordate che nel primo episodio di Fast and Furious, Dominic Toretto (Vin Diesel), il fuggitivo campione di corse automobilistiche dice: “Vivo la mia vita a un quarto di miglia alla volta”? La stessa battuta è stata recitata dal protagonista di “Torque – Circuiti di fuoco” (2004): il producer dei due film è lo stesso.

LA DRAMMATICA PREMONIZIONE DELLA SUA MORTE – GUARDA

Il regista di Fast and Furious 1 è Rob Cohen che appare in un cameo nel ruolo del ragazzo della pizza e in una scena girata a casa di Toretto, sullo sfondo si vedono le immagini di “Dragon – La storia di Bruce Lee”, pellicola diretta dallo stesso regista, una sorta di autocitazione.

Prima di scegliere Paul Walker, vennero provinati Mark Wahlberg, Christian Bale e Eminem, ma la spontaneità del compianto attore e la sua immensa passione e conoscenza delle auto da corse convinse il regista a scartare gli altri.

Avreste mai immaginato, poi, che Michelle Rodriguez (Letty) e Jordana Brewster (Mia Toretto) non avevano la patente? Riuscirono ad ottenerla solo poco prima delle riprese di Fast and Furious, giusto in tempo per salire sulle fiammanti auto inquadrate ogni 2 secondi. E a proposito di gioiellini roboanti, pensate che sono state ben 1500 le auto utilizzate durante la scena della gara nel primo capitolo, tutte guidate da piloti professionisti.

MICHELLE RODRIGUEZ SCONVOLGE I FAN COSI'…

In “2 Fast 2 Furious” (2003), la prima auto guidata da Paul Walker – una Nissan Skyline GT-R R34 argento e blu – era di sua proprietà: dal momento che se ne intendeva e le collezionava, il regista gli ha concesso di scegliere tutti i bolidi presenti nel film. Una curiosità legata a Fast e Furious 2 riguarda la lussuosa residenza di Carter Verone: è una delle tante immense proprietà di Sylvester Stallone, grande fan della saga.

“Fast & Furious – Solo parti originali” (2009), diretto da Justin Lin ha incassato solo nel primo weekend 72,5 milioni di dollari, diventando il più grande successo della Universal, mentre Fast & Furious 5” (2011), sempre diretto da Justin  Lin, è stato il capitolo più redditizio della saga: 168 milioni di dollari nel primo mese di uscita e oltre 626 milioni in totale. Anche la critica ha osannato Fast and Furious 5, con un particolare riguardo all'interpretazione di Dwayne: l'unica pecca è l'eccessiva durata dato che è l'unico film del franchise a superare le due ore.

Guarda la photogallery
Fast and Furious, le curiosità sulla saga con Paul Walker
Fast and Furious, le curiosità sulla saga con Paul Walker
Fast and Furious, le curiosità sulla saga con Paul Walker
Fast and Furious, le curiosità sulla saga con Paul Walker
+13