‘Euforia’ il film: Valeria Golino torna dietro la macchina da presa. Intervista

Dal 25 ottobre al cinema Euforia il film che vede Valeria Golino tornare dietro la macchina da presa per la seconda volta. Sono passati 5 anni dal suo debutto come regista con 'Miele'.
- - Ultimo aggiornamento
loading

‘Euforia’ il film: Valeria Golino torna dietro la macchina da presa. Intervista

Dal 25 ottobre al cinema Euforia il film che vede Valeria Golino tornare dietro la macchina da presa per la seconda volta. Sono passati 5 anni dal suo debutto come regista con ‘Miele’.

“Sono troppi anni anche per me! – racconta Valeria Golino ai nostri microfoni – Ma non trovavo una storia che mi entusiasmasse, che sentissi l’urgenza di raccontare. Non dovevo fare un altro film, volevo ma non ero obbligata (nessuno dovrebbe mai essere obbligato a fare un film!). Cos’ quando questa storia ha cominciato a formarsi in testa, ho pensato che fosse giunto il momento di tornare alla regia”.

E lo fa con un film che con delicatezza e la capacità di far sorridere, affronta il tema della malattia.

Protagonisti del film Valerio Mastandrea e Riccardo Scamarcio. Quest’ultimo è Matteo un narcisista, che guarda il mondo dall’alto del suo attico e che forse ha troppa paura di vivere. Mente a suo fratello Ettore (Mastandrea). Lo fa a fin di bene o forse solo per un suo tornaconto personale? Abbiamo incontrato Riccardo Scamarcio e gli abbiamo chiesto se lui preferirebbe sapere la verità o una bugia.

‘Sono un po’ come il mio personaggio’ ci confessa Scamarcio.

‘Euforia’ prende il titolo da quella sensazione bella e pericolosa che coglie i subacquei a grandi profondità. Ci si sente pienamente felici e totalmente liberi. Quando un sub arriva a questa sensazione, deve prendere la decisione di iniziare un’immediata risalita prima di perdersi per sempre nella profondità.

Vi lasciamo alle nostre interviste con Valeria Golino e Riccardo Scamarcio per ‘Euforia’ il film.

‘Euforia’ il film: sinossi

Matteo (Riccardo Scamarcio) è un giovane imprenditore di successo, spregiudicato, affascinante e dinamico. Suo fratello Ettore (Valerio Mastandrea) vive ancora nella piccola cittadina di provincia dove entrambi sono nati e insegna alle scuole medie. È un uomo cauto, integro, che per non sbagliare si è sempre tenuto un passo indietro, nell’ombra. Sono due persone all’apparenza lontanissime. La vita però li obbliga a riavvicinarsi e una situazione difficile diventa per i due fratelli l’occasione per conoscersi e scoprirsi, in un vortice di fragilità ed euforia.