A Napoli non piove mai, Sergio Assisi debutta alla regia

Foto
Uscirà nelle sale cinematografiche italia il 1 Ottobre, il film che segna il debutto alla regia di Sergio assisi: A Napoli non piove mai. "Il film […]
-
loading

Uscirà nelle sale cinematografiche italia il 1 Ottobre, il film che segna il debutto alla regia di Sergio assisi: A Napoli non piove mai.

"Il film nasce dalla volontà di raccontare una storia semplice, che mostri il cuore e il sentimento di un Sud sempre pronto a stupire" a detto il regista e attore. "Questa commedia racconta la filosofia di vita di un popolo, che non si arrende alle difficoltà e continua ad inseguire i propri sogni. Un popolo che ha una grande capacità di risolvere i problemi in modo originale e talvolta grottesco."

Sergio Assisi interpreta Barnaba un napoletano strafottente e  pigro che dopo aver stravolto la vita di Jacopo (interpretato da Ernesto Lama), incontra Sonia (Valentina Corti), che sconvolgerà la vita di tutti: la propria, quella di Jacopo e quella di Barnaba. È una commedia dal lieto fine che racconta che, comunque vada, bisogna sempre inseguire i propri sogni».

Abbiamo incotrato Sergio Assisi a Roma, ecco cosa ha raccontato hai nostri microfoni.

A Napoli non piove mai, trama.

Dopo l’ennesimo litigio col padre, che ogni giorno gli ripete di trovarsi un lavoro stabile, Barnaba decide di andare via di casa. Il problema però è che non può andare a casa della fidanzata, poiché proprio quel giorno ha deciso di lasciarlo accusandolo di soffrire ancora della sindrome di Peter Pan. Così Barnaba comincia a bussare alla porta di tutti gli ex compagni di scuola fino a quando arriva alla porta di Jacopo, il quale invece soffre della sindrome dell’abbandono perché è stato lasciato sull’altare e dal quel giorno vive depresso tentando continuamente il suicidio. Intanto a Milano Sonia ha appena discusso la tesi di dottorato e il suo professore le propone un lavoro come restauratrice in una piccola chiesa di Napoli. Pur di sfuggire al padre che la vorrebbe a lavorare in azienda con lui e lo spasimante Crocifisso, Sonia decide di accettare il lavoro e di partire per Napoli, nonostante soffra della sindrome di Stendhal che la fa svenire ogni volta si trovi di fronte a un capolavoro. Certo che San Gennaro possa fargli il miracolo di ricaricargli il bancomat, Barnaba continua a pregare il santo proprio nella chiesa dove arriva Sonia per restaurare un dipinto. L’incontro tra Barnaba, Sonia e Jacopo porterà questi tre personaggi a superare le rispettive “sindromi” e affrontare la vita con ottimismo e positività, come se ci fosse sempre il sole, convinti che tanto a Napoli non piove mai.

 

Guarda la photogallery
A Napoli non piove mai, Sergio Assisi debutta alla regia
A Napoli non piove mai, Sergio Assisi debutta alla regia
A Napoli non piove mai, Sergio Assisi debutta alla regia
A Napoli non piove mai, Sergio Assisi debutta alla regia
+10