Vitamina G, sono 93 i progetti vincitori del bando: i giovani tornano protagonisti della Regione Lazio

Dalla cultura alla sostenibilità, passando per l'inclusione e le pari opportunità: la Regione Lazio premia le idee dei giovani under35 del territorio
- - Ultimo aggiornamento
loading

Sono 93 i progetti vincitori del bando Vitamina G della Regione Lazio, premiati il 22 dicembre al We Gil di Roma: tornano protagonisti in Regione i giovani under 35 con le loro idee che spaziano dalla cultura all’inclusione sociale, dalla sostenibilità allo sport e alla creatività. Realizzato nell’ambito del programma GenerAzioni Giovani delle Politiche Giovanili della Regione Lazio con il sostegno della Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento per la Gioventù, Vitamina G si pone l’ambizioso obiettivo di offrire sostegno tecnico ed economico alle iniziative dei giovani e alle loro sfide, promuovendo così inclusione e partecipazione alla vita economica, sociale e democratica del paese.

LEGGI ANCHE – Sanremo Giovani, la finale al Teatro del Casinò: le parole di Amadeus

Sono diverse le aree di interesse dei progetti che la Regione Lazio ha deciso di finanziare con un contributo economico di oltre 2,3 milioni di euro (che equivale ad un sostegno economico ai progetti vincitori pari a 25.000€ ciascuno): da progetti per la valorizzazione del territorio e del turismo, come il progetto “Suvvia – Sentieri Ripresi”, che valorizza la biodiversità e i siti di pregio naturalistici e artistici della Regione, o “Wining, il vino in viaggio dal territorio al metaverso” per coniugare l’innovazione con la tradizione della cultura vinicola del territorio; a idee che hanno come motore la rivoluzione verde, la transizione ecologica e la tutela dell’ambiente come “Impollina Lazio”, in provincia di Rieti, che prevede l’installazione di nidi artificiali per le api per stimolare la coltivazione, o “Wavelet”, per il riuso creativo dei materiali delle vele con l’intento di realizzare prodotti di alta qualità.

Tra i 93 vincitori ci sono anche progetti di inclusione sociale, coesione e pari opportunità, dalla creazione di una Microstamperia al Quarticciolo, in collaborazione con i Servizi Sociali municipali, la Palestra popolare, le scuole del territorio, per corsi e laboratori di serigrafia e stampa e successivi momenti espositivi, a “Wecomics”, in provincia di Viterbo, che ha come obiettivo il potenziamento delle attività delle biblioteche presenti in piccoli Comuni con azioni di sensibilizzazione e formazione dei giovani e degli adolescenti alla cittadinanza attiva.

Sempre presente la cultura creativa, con progetti che premiano la diffusione di antiche professioni con strumenti innovativi, come nel caso di M.A.STR.I (Mestieri Antichi Strumenti Innovativi) e la realizzazione di futuristi Immersive Hub, come ambienti per l’ascolto della musica, passando per “Latina Innovation Community”, un’attività negli istituti secondari superiori per sensibilizzare e orientare alle competenze imprenditoriali.

Di fondamentale importanza anche i progetti riguardanti la qualità della vita, lo sport e il benessere psico fisico dell’individuo, come “Beyond The Body” che si concentra sulla prevenzione dei disturbi del comportamento alimentare negli adolescenti, o “Sport per Tutti”, che ha l’obiettivo di riqualificare un’area pubblica degradata per permettere alla comunità del piccolo di Morolo di incontrarsi tramite lo sport.

In un’ottica di continuità con il successo che Vitamina G ha riscosso nel 2021, sono state premiate associazioni già vincitrici della passata edizione, come “Iustrike”, per il sostegno a giovani artisti e creativi nel diventare consapevoli dei loro diritti e doveri o “Lazio Autism Friendly” che ha dato vita ad una delle prime mappe italiane dedicate al turismo inclusivo grazie alla piattaforma autismfriendly.it.

“Credere nei giovani e nelle loro idee, e soprattutto offrirgli l’opportunità di esprimerle nel nome della creatività, del talento e dell’innovazione. Dietro e dentro Vitamina G c’è tutto questo e anche di più. Il bando è certamente una scommessa che abbiamo vinto, perché ha avuto successo sin dalla sua prima edizione e ha permesso a tanti under 35 del Lazio di realizzare progetti e iniziative di ogni tipo. I giovani sono il futuro, diamo loro la possibilità di esserne i protagonisti, offrendo spazi e possibilità per far esperienza e crescere. Grazie alla Regione e a Vitamina G li hanno avuti”, così il Presidente Vicario della Regione Lazio, Daniele Leodori.

“VitaminaG è uno dei migliori investimenti che abbiamo fatto in questi anni perché ha dimostrato plasticamente come i giovani siano una risorsa se attivamente coinvolti. Alle retoriche sulle nuove generazioni e alle pacche sulle spalle hanno risposto progetti che hanno cambiato il volto di comunità e territori e per questo oggi siamo felicissimi di dare il via ad un’altra iniezione di energia che contaminerà il Lazio. Le risorse economiche che mettiamo in campo saranno semplice lievito per le idee, la passione, l’energia e l’impegno di ragazze e ragazzi che contribuiranno a migliorare la nostra regione. Cinque anni fa tutto questo era impensabile ed era nostro dovere disimentermediare, liberare e dare risorse direttamente nelle mani dei più giovani” dichiara Lorenzo Sciarretta, Delegato alle Politiche Giovanili della Regione Lazio.

Vitamina G non finisce qui: nell’arco dei prossimi mesi saranno ulteriormente valorizzate le idee e le energie dei giovani del Lazio attraverso il finanziamento di nuovi progetti ed il lancio di nuove opportunità.

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!

 
Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!