Pulizie domestiche, una ricerca rivela le abitudini degli italiani

Dal bagno alla cucina, una nuova indagine racconta il rapporto degli italiani con i lavori domestici. Ecco tutti i dati.
-
loading

Quanto tempo trascorriamo alle prese con i lavori domestici? E quanto amiamo o detestiamo le faccende quotidiane di casa? Lo svela un’indagine targata Taskrabbit, network che mette in contatto chi ha bisogno di una mano per lavori con tasker competenti e affidabili. Il primo dato che emerge è che sei italiani su dieci rimanderebbero volentieri le pulizie. Inoltre, benché il bagno sia al terzo posto tra gli ambienti più detestati da pulire, è proprio quello a cui il 46% della popolazione del nostro Paese dedica i suoi sforzi per 90 minuti alla settimana.

Numero che, moltiplicato per un tempo medio sessant’anni, porta addirittura a 195 i giorni della propria vita trascorsi a curare la stanza da bagno. E ancora, la ricerca svela che il 41% degli italiani dedica 90 minuti ogni settimana alle prese con aspirapolvere e pulizie dei pavimenti. Stesso periodo di tempo che il 40% trascorre riordinando gli armadi e la dispensa in cucina, mentre il 39% fa il bucato e il 38% spolvera.

“L’indagine mostra che, nonostante gli italiani rimanderebbero le faccende domestiche, si impegnano molto a tenere pulita la loro casa” ha dichiarato Begüm Zarmann, Managing Director di Taskrabbit Europe. “Con la vita di tutti i giorni che diventa sempre più movimentata, gli italiani si rivolgono evidentemente ad altri per chiedere aiuto.  Sulla piattaforma abbiamo registrato un aumento mese su mese del 44% delle prenotazioni per le pulizie. Siamo felici di poter dare il nostro contributo affinché gli italiani possano staccare la spina dalla vita frenetica di tutti i giorni e dedicarsi a ciò che più amano”.

Tra le faccende settimanali più comuni, poi, gli italiani dedicano meno di un’ora alla settimana a buttare la spazzatura (71%), cambiare le lenzuola (70%) e riparare gli oggetti rotti (45%). L’attività settimanale che richiede più tempo? È fare la spesa. Il 29% degli intervistati trascorre al supermercato due ore e mezza a settimana, il 13% circa tre ore e mezza e il 7% oltre quattro ore.

LEGGI ANCHE: — Meditazione Trascendentale, cos’è? Lo spiega il Dott. Tony Narder

Le faccende domestiche più detestate in Italia e all’estero

L’indagine ha stilato anche la classifica dei lavori più odiati, che vede al primo posto spolverare, seguito dalla pulizia del forno e della lavastoviglie e dalla detersione del bagno. Quarto posto, invece, per la sistemazione del frigorifero e quinto per l’aspirapolvere. Le attività che gli italiani svolgono più volentieri sono, invece, cambiare le lampadine, fare il bucato e organizzare il guardaroba.

Non sorprende, dunque, che solo l’1% degli intervistati dichiara di amare le faccende domestiche. Quello che incuriosisce, però, è il fatto che oltre un quarto (26%) degli italiani preferisca andare a lavorare piuttosto che prendersi cura della casa. La possibilità di delegare diventa, quindi, un’opzione valutabile per il 23% dei partecipanti al sondaggio.

Lavori domestici
Grafica Taskrabbit da Ufficio Stampa

Rispetto al quadro europeo, gli italiani risultano essere coloro che dedicano più tempo alla pulizia del bagno. Simili a noi portoghesi, tedeschi e spagnoli. Diverse, invece, le abitudini dei francesi che con una media di 43 minuti al giorno, sono tra gli europei che riescono a staccare di più la spina.

Taskrabbit è il network globale che mette in contatto chi ha bisogno di una mano per lavori dentro e fuori casa con tasker competenti e affidabili. Con oltre 9.000 tasker in Italia, Taskrabbit offre ai suoi clienti più di 40 categorie di servizi che spaziano dal montaggio e assemblaggio mobili al giardinaggio, da una mano per i traslochi a piccoli interventi di manutenzione della casa.

Grafiche Taskrabbit da Ufficio Stampa

Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!

 
Newsletter

Iscriviti a Funweek,
ogni settimana il meglio di
cinema, tv e gossip!