Tv: De Martino, ‘sorrisi e leggerezza la mia mission post lockdown per ‘Made in sud”  

(di Alisa Toaff)  Parole d’ordine: allegria e leggerezza. “Regalare sorrisi a chi ci segue da casa, senza dimenticare cosa è successo alle nostre vite”. Così […]
- - Ultimo aggiornamento

(di Alisa Toaff) 

Parole d’ordine: allegria e leggerezza. “Regalare sorrisi a chi ci segue da casa, senza dimenticare cosa è successo alle nostre vite”. Così Stefano De Martino all’Adnkronos racconta il suo ‘Made in sud’ post lockdown al via da martedì prossimo su Raidue in prime time. Il celebre show giunto alla sua decima edizione, prodotto da Rai2 in collaborazione con Tunnel Produzioni, andrà in onda dall’Auditorium del Cptv di Napoli con tante novità e molte conferme, a cominciare dai padroni di casa: al timone del programma infatti, accanto a Stefano De Martino, ci sarà ancora Fatima Trotta, sua compagna di avventure anche lo scorso anno e volto storico del programma. 

Per De Martino tornare alla conduzione di un programma di intrattenimento dopo la ‘ripartenza’ dall’emergenza Coronavirus è una ”grande responsabilità che sento nei confronti del pubblico -sottolinea l’ex ballerino di ‘Amici’- e un impegno di fiducia nei miei confronti da parte della Rai. Sento anche un’utilità differente rispetto alla precedente edizione perché oggi più che mai la gente ha bisogno di leggerezza e questo mi fa sentire parte integrante di un progetto più grande, da servizio pubblico. Oggi la tv ha ritrovato la sua centralità, una conferma l’abbiamo già avuta da parte del pubblico attraverso le recenti repliche di ‘Stasera tutto è possibile’ che Rai2 ha deciso di mandare in onda durante il periodo di quarantena”. ”Io, Fatima (Trotta, ndr) e tutta la squadra siamo pronti ad affrontare questa nuova missione -aggiunge De Martino- regalare sorrisi a chi ci segue da casa senza però dimenticare cosa è successo alle nostre vite. Cercheremo di fare al meglio il nostro lavoro. Abbiamo una grossa responsabilità perché ‘Made in Sud’ è uno dei pochi show che tornano in produzione dopo il lockdown. E’ uno dei tanti segnali di ripartenza”.  

Tra le novità di questa edizione di ‘Made in sud’ ci sarà Biagio Izzo che farà da spalla ai due presentatori con le sue incursioni comiche. Il cast sarà impreziosito inoltre dalla presenza, come ospiti fissi, di Lello Arena e Sal Da Vinci e da Enzo Avitabile, ospite ‘speciale’ in alcune puntate: “Le new entry, presenze fisse di questa edizione, porteranno un valore aggiunto allo show oltre che la loro unicità che da sempre li contraddistingue -dice De Martino- dalla comicità alla musica. Si tratta di tre grandi nomi di cui tutti noi siamo onorati e felici”. Oltre quaranta gli artisti che si avvicenderanno sul palcoscenico: comici già affermati che proporranno nuovi personaggi e tanti sketch e gag grazie all’ingresso in squadra di molti volti nuovi. Altra novità del programma sarà l’assenza del pubblico in studio: ”Sarà un’edizione diversa dalle precedenti, estiva ed ovviamente adattata alla situazione che il nostro paese sta vivendo -spiega il conduttore- La prima è l’assenza di pubblico ma non sappiamo se poi nell’arco della stagione cambierà qualcosa. Anche le gag comiche che prima erano scontate oggi non lo sono più per la distanza di un metro obbligatoria”.  

De Martino, nonostante il successo raggiunto in poco tempo da quando, nel 2009 debuttò sul piccolo schermo come ballerino di ‘Amici’, resta comunque con i piedi per terra: ”Quando le aspettative sono basse è molto più facile sorprendere. Ho avuto la fortuna di lavorare in programmi che erano nelle mie corde. Ho capito sin da subito che sono più portato per l’intrattenimento leggero tendente al varietà e ho fatto tesoro dell’esperienza del palco che ho ereditato dalla danza. Quando mi rilasso mi diverto anche io e questo credo che il pubblico lo avverta”, prosegue. Lo showman, in queste settimane al centro delle cronache rosa di tutti i siti e quotidiani nazionali per la sua presunta crisi con la moglie Belen Rodriguez, alla domanda su quanto questo possa pesargli non si sbilancia: ”Sono consapevole del fatto che finora la mia vita privata sia stata parte integrante di quella pubblica e spero che le persone comprendano e mi perdonino se oggi, forse anche per l’età, preferisco che quella parte rimanga appunto privata”.  

De Martino, che ha passato la sua quarantena nella sua casa a Milano con la moglie e il figlio Santiago, racconta che anche per lui non è stato un periodo facile: “E’ stato difficile per tutti e anche per me -ammette- Faccio un lavoro che mi porta spesso lontano da casa e così non sempre sono con mio figlio Santiago che frequenta la scuola a Milano”. ”All’inizio è stato traumatico trovarsi in una situazione come quella che abbiamo vissuto tutti ma ogni occasione è buona per mettersi in moto su cose che magari, nella vita normale, non riesci a fare. Oltre a godermi mio figlio, ne ho approfittato per ordinare le priorità lavorative e preparare nuovi progetti”, conclude De Martino.