Carlo Cracco tra fornelli e tv: il noto chef spegne 52 candeline Video

Carlo Cracco spegne 52 candeline: nel 2017 ha deciso di ridurre gli impegni televisivi per dedicarsi di più alla cucina.

Da quest’anno non lo vedrete più tra i giudici di Masterchef Italia, il programma che indubbiamente ha assicurato a Carlo Cracco la notorietà quantomeno televisiva.

Non che allo Chef manchino gli impegni: Cracco – che l’8 ottobre spegnerà 52 candeline – è infatti più che mai indaffarato, soprattutto per l’apertura del suo nuovo ristorante nella Galleria Vittorio Emanuele di Milano.

E poi, parlando di tv, c’è ancora Hell’s Kitchen Italia, gli sponsor, i libri. E pensare che tutto iniziò nel 1986, con l’incontro tra Cracco e il noto Chef Gualtiero Marchesi: per Carlo fu una vera e propria svolta professionale, che lo porterà a Firenze, all’Enoteca Pinchiorri, dove otterrà tre stelle Michelin. La quarta stella arriverà invece dopo aver aperto Le Clivie in Piobesi d’Alba, prima di ‘trasferirsi’ al Peck, il ristorante fondato nel 1883 dalla famiglia Stoppani che, dal 2007, porta semplicemente il cognome del noto chef.

Chi l’avrebbe mai detto che un giorno Carlo sarebbe addirittura approdato in tv, tra palco dell’Ariston e la ‘nomina’ da sex symbol, che sicuramente gli giova e ne ha facilitato il successo. Eppure, Carlo alla fine ha scelto di ridurre gli impegni televisivi a favore della cucina, dimostrando di avere le idee chiarissime e un unico grande amore: i fornelli, appunto.