Blanco Milano presenta Numbers in città

Gratis

A Milano, una riflessione di Blanco Milano

Blanco Milano presenta Numbers in città

Numbers è la riflessione che Blanco Milano ha affidato allo studio di architettura Bertero Projects e all’artista Gian Piero Gasparini, in sintonia con le tematiche lanciate da EXPO 2015 per richiamare l'attenzione sulla necessità di soddisfare il fabbisogno alimentare primario a tutti gli esseri umani, eliminando la fame, la sete e la mortalità infantile, e sviluppare una coscienza comune per prevenire le nuove grandi malattie sociali e salvaguardare la biodiversità. Una grande installazione e due quadri che animeranno gli spazi di Blanco Milano dall’11 giugno 2015 al 31 ottobre 2015. I due quadri esposti saranno messi all’asta attraverso il sito www.charitystars.com e devoluto a Alice For Children.

Numeri 

Siamo tutti e solo numeri.  Noi, le popolazioni private della loro identità culturale dalla globalizzazione, le specie di animali in via d’estinzione. Codici cifrati e stime con le quali la moderna economia rappresenta le statistiche per valutare i rischi del mercato. Le immagini si compongono di pezzetti di stoffa strappata come ogni singolo individuo, essere umano o animale, strappato dal suo Habitat naturale o soppresso a scopo di lucro. Una serie numericamente infinita di soprusi che l’uomo ha come debito nei confronti della propria razza e di madre natura. Grandi figure di occhi, di animali trafitti da migliaia di numeri che ci ricordano la necessità di disegnare un futuro sostenibile guidato dalla ricerca di risorse rinnovabili come capacità intrinseca del mondo di trasformarsi in maniera ciclica, a difesa dei delicati equilibri naturali. Dobbiamo assolutamente agire in modo che le generazioni successive siano in grado di ricevere la stessa quantità di risorse che noi abbiamo ricevuto in dote. I campanelli d'allarme che segnalano il rischio di estinzione di una specie sono due: la diminuzione dello spazio vitale, cioè dei territori e habitat che questa specie occupa, e la diminuzione del numero di esemplari della specie stessa. Per questo motivo le specie considerate più "fragili" sono quelle più specializzate e che occupano particolari e ristrette nicchie ecologiche, perché si cibano esclusivamente di un particolare cibo, come il panda, o perché vivono in aree molto limitate come le tartarughe giganti delle isole Galapagos. All'altro estremo, specie onnivore estremamente diffuse e adattabili, come i topi, le mosche, gli scarafaggi e l'uomo, che corrono rischi inferiori di estinguersi.

Gian Piero Gasparini

Gian Piero Gasparini, classe 69’ si è diplomato presso l’Istituto Marangoni di Milano in Tecniche d’illustrazione. Dalla fine degli anni '90 si è dedicato principalmente alla ritrattistica su commissione e all’arte murale con la realizzazione di gigantografie iperrealiste su parete. Nel dicembre 2005 la sua prima presenza come artista ad una mostra di giovani talenti, ad oggi ha già al suo attivo numerose esposizioni personali e collettive sul territorio nazionale e internazionale.Gian Piero Gasparini espone con Kryptos Gallery Milano.

Fabrizio Bertero

Bertero Projects - Fabrizio Bertero laureato in Architettura nel 1993 presso il Politecnico di Milano. Svolge l’attività di progettista nei settori dell’urbanistica, edilizia, interior design, spazi commerciali, allestimenti museali, fieristici e design di prodotto. Collabora ed ha collaborato con brand come TDK, Martini, Frankie Morello, FIAT, illy, Triennale di Milano, Museo della scienza e della tecnologia, Zanotta. Al momento si sta occupando dello sviluppo di un Piano Urbanistico Attuativo per il recupero di un’area industriale dismessa nella città di Mercato San Severino (SA), di un progetto architettonico su un’area a destinazione mista a San Fedele d’Intelvi (CO), a un progetto architettonico di una villa a Cervia e di uno shop Frankie Morello a Shanghai. Docente a contratto presso lo IED (Istituto Europeo di Design) di Milano per i corsi di Progettazione architettonica dal 1997.

Dove:
Via Morgagni, 2 Milano